informativa ricorso ricalcolo pensioni arruolati '81, '82 e '83

Egr. Cliente,

come Le è ben noto, lo Studio Legale Bullaro è da anni impegnato nella tutela degli appartenenti alle Forze dell'Ordine e alle Forze Armate, avendo curato numerosi ricorsi nell'interesse degli appartenenti all'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato, tra cui quelli che sono stati volti al riconoscimento del 18% sull'indennità di funzione, del diritto all'ausiliaria per i congedati negli anni '96 - '97, della pensione privilegiata o dell'equo indennizzo, come del risarcimento da lungaggine del processo (Legge Pinto) relativo al ricorso presentato al TAR Lazio nel 1993 promosso nell'interesse di circa 6.000 Carabinieri per il riconoscimento del 6° livello così come già riconosciuto alla Polizia di Stato.

Con la presente lo Studio Bullaro La informa del danno arrecato agli arruolati negli anni 1981 – 1982 – 1983 dalla erronea applicazione della normativa che disciplina il calcolo della pensione da parte dell'Ente previdenziale.

Infatti, a chi si è arruolato in detti anni, è stato attribuito il coefficiente sull’aliquota prevista per il personale civile dall’art.44 del D.P.R. n.1092/1973, anziché quello previsto dal citato art.54 per il trattamento di quiescenza del personale militare, il quale testualmente dispone che “La pensione spettante al militare che abbia maturato almeno quindici anni e non più di venti di servizio utili è pari al 44% della base pensionabile…”.

In concreto, il danno causato dalla mancata applicazione, da parte dell'Ente previdenziale, del citato art.54 è stimato in circa 250,00 Euro lordi mensili.

Pertanto, qualora Ella si fosse arruolato nei tre anni suddetti ha il diritto di chiedere il ricalcolo della propria pensione con conseguente corretta liquidazione dei futuri emolumenti e degli arretrati non percepiti.

Quindi, Le rende noto che, anche in questa occasione, lo Studio Legale Bullaro sta assistendo gli interessati in questa procedura volta a domandare il ricalcolo della propria pensione.

Se volesse aderire, dovrà compilare il "modulo di contatto" allegato alla nota informativa (ved. allegato in basso) e inviarlo all'indirizzo Email “Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.” o al num. Fax 091 6860090 oppure tramite posta a: Studio Legale Bullaro, Via Galileo Galilei n.9 (90145), Palermo.

Sarà quindi ricontattato prontamente dallo Studio per le ulterioni informazioni necessarie.

Il fondo spese per la presentazione del ricorso è di 200,00 Euro, comprensivi di IVA e CPA, nonché di ogni altra spesa occorrente per la proposizione del ricorso.

In caso di accoglimento del ricorso sarà dovuto, a saldo, un compenso pari al 10% (oltre IVA e CPA) della somma recuperata a titolo di arretrati.

In caso di esito negativo, il ricorrente non dovrà più nulla a questo Studio oltre al fondo spese già versato.

Il versamento del fondo spese dovrà essere versato mediante bonifico che dovrà essere effettuato secondo le modalità che verranno comunicate non appena verrà ricevuta la documentazione.

Avv. Nino Bullaro

-> CLICCA QUI PER SCARICARE LA NOTA INFORMATIVA E IL MODULO DI CONTATTO


* * * * *

Informazioni sull'autore
Avv. Claudio Fatta
Author: Avv. Claudio FattaEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lo stesso autore ha anche scritto:

Attachments:
Download this file (nota informativa e modulo contatto.pdf)NOTA INFORMATIVA[ ]403 kB